Sentenza Corte di Cassazione: ai precari vanno applicati gli scatti automatici

Proprio ieri, 6 aprile, la Suprema Corte di Cassazione – con Ordinanza n. 8945/17 – ha confermato il diritto dei supplenti a percepire gli scatti di anzianità alla pari del personale di ruolo, secondo quanto peraltro già previsto dalle nuove regole del processo civile. Continua a leggere

Annunci

Abuso contratti a termine. Dopo 36 mesi di servizio spetta risarcimento, i tribunali difendono precari scuola

Nonostante la Legge 107 del 2015, continuano ad arrivare delle significative sentenze che contrastano il sistematico sistema di abuso del contratto a termine nella scuola.

Sentenze che ancora oggi non costituiscono orientamento consolidato, e che comunque forniscono importanti elementi di indirizzo quando nella scuola accadrà per molti precari una catastrofe annunciata, ovvero l’impossibilità di stipulare contratti quando si supereranno i 36 mesi di servizio su posti vacanti e disponibili anche non continuativi,e tale conto alla rovescia parte da questo anno scolastico. Continua a leggere

Precari: l’illecito esiste, anzi non c’è più.Il testo della sentenza

Qualche riflessione a caldo, dopo la pubblicazione della tanto attesa sentenza della Corte Costituzionale in materia di reiterazione dei contratti a termine nel settore scolastico.

La sentenza 187/2016 depositata il 20 luglio scorso non rende affatto giustizia, a nostro parere, alle migliaia di precari della scuola, sia docenti che Ata, che per anni, alcuni anche per più di dieci, sono stati soggiogati dal perverso meccanismo, ben collaudato nel settore scolastico, del ripetersi ininterrotto di contratti a tempo determinato. Continua a leggere

Precari, i contratti a termine senza limite non sono più legittimi

La Corte costituzionale ha sancito l’illegittimità della normativa che disciplina le supplenze del personale docente e del personale amministrativo, tecnico e ausiliario (articolo 4, commi 1 e 11, della legge 124/1999) nella parte in cui autorizza, in violazione della normativa comunitaria, il rinnovo potenzialmente illimitato di contratti a tempo determinato per posti vacanti e disponibili di docenti e personale amministrativo, tecnico e ausiliario (Ata), senza che ragioni obiettive lo giustifichino. Continua a leggere

Precari, per l’avvocatura di Stato non c’è abuso di supplenze. La Consulta sta valutando

È giunta all’esame finale della Corte Costituzionale l’annosa questione dell’abuso di precariato scolastico.

In attesa che arrivi la decisione della Consulta, anche se è possibile che possa essere resa pubblica in settimana, la mattina del 17 maggio hanno preso la parola le parti contendenti. Continua a leggere

Il Tribunale di Catanzaro accoglie le tesi ANIEF: il MIUR discrimina i precari sulle progressioni di carriera

Precari tutelati dall’ANIEF anche presso il Giudice del Lavoro di Catanzaro con la consacrazione del diritto dei docenti a tempo determinato a percepire la medesima progressione stipendiale riconosciuta ai docenti di ruolo. Gli Avvocati Fabio Ganci, Walter Miceli, Angela Fazio e Cinzia Galasso, ottengono giustizia per i lavoratori precari della scuola e la condanna del MIUR per evidente discriminazione e disparità di trattamento in violazione di norme comunitarie. Il nostro sindacato ricorda che è ancora possibile aderire ai ricorsi Anief per ottenere il risarcimento del danno e la corretta corresponsione degli scatti di anzianità durante il precariato. Continua a leggere

Abuso contratti a termine, il 17 maggio Corte Costituzionale si pronuncia

Cresce l’attesa per l’udienza della Corte Costituzionale, prevista per il 17 maggio prossimo. La Consulta sarà chiamata a dare la propria interpretazione, si spera definitiva, sul contenuto della sentenza della Corte di Giustizia di Lussemburgo del 26 novembre 2014 sull’abuso dei contratti a termine. Continua a leggere

La Cassazione dà il La ai risarcimenti per i precari con 36 mesi di servizio

Le Sezione Unite della Corte hanno stabilito che oltre 200mila lavoratori precari del pubblico impiego potranno ricorrere contro lo Stato italiano per ottenere un risarcimento che varia da 2,5 a 12 mensilità, come per il settore privato.Già pronti i ricorsi.Per i docenti della scuola pubblica, la Legge 107/2015 riconosce già un fondo apposito per risarcire i pagamenti disposti dai giudici del lavoro: solo che si tratta di una “mancia”. Continua a leggere

Personale ATA: l’ANIEF impone al MIUR il pieno rispetto dei lavoratori precari

Il personale ATA con contratto a tempo determinato, assunto annualmente e ripetutamente dal MIUR, ha diritto alla medesima progressione economica e di carriera riconosciuta al medesimo personale con contratto di lavoro a tempo indeterminato. Questo quanto emerge dalla Sentenza ottenuta per l’ANIEF presso il Tribunale del Lavoro di Palermo grazie al prezioso intervento degli Avvocati Fabio Ganci, Walter Miceli e Maria Adamo: la normativa comunitaria, infatti, vieta un trattamento retributivo che risulti sfavorevole ai precari per il solo fatto di essere assunti a termine. Continua a leggere

Inquadramento nel comparto scuola del personale ex dipendente comunale e provinciale

Il Miur, su nostra sollecitazione, ha finalmente fissato per lunedì 18 gennaio 2016 un incontro per discutere delle modalità di inquadramento nel comparto scuola del personale ex dipendente comunale/provinciale a seguito della statizzazione di alcune scuole delle province di Palermo (Liceo linguistico Cassarà), Modena (Istituto tecnico industriale E. Fermi), Ferrara (Istituto tecnico Carpegiani), Barletta-Andria-Trani (Istituto agrario Umberto I), Enna (Liceo linguistico Lincoln), del comune di Milano (Scuola primaria S. Giusto) e del comune di Bologna (Istituto Aldini Valeriani).

Precariato, anche la Corte di Appello di Trento riconosce gli scatti di anzianità da dare ai supplenti

I giudici rigettano l’appello della Provincia autonoma trentina, confermando il diritto alla progressione economica dei supplenti, precisando inoltre che da tali somme non vanno sottratte gli stipendi estivi. Diversi gli effetti a favore del personale precario: si va dai rimborsi annuali a partire dal 1.500 euro a lavoratore, al nuovo inquadramento dello stipendio iniziale per tutti coloro che stipulano nuovi contratti a tempo determinato con l’amministrazione. Continua a leggere

Personale ATA precario: l’ANIEF ottiene parità di trattamento stipendiale presso la Corte d’Appello di Lecce

L’ANIEF ottiene giustizia anche in favore del personale ATA precario che da sempre il MIUR continua a remunerare con il trattamento economico iniziale senza tener conto del precedente servizio prestato svolgendo le medesime mansioni. Con ricorso d’appello patrocinato con perizia dall’Avv. Massimo Menenti, Continua a leggere

Docenti e ATA di ruolo sfruttati durante il precariato: MIUR condannato a 60.000 Euro di risarcimento del danno

Risarcimento del danno per abusiva reiterazione di contratti a termine anche nei confronti dei docenti e degli ATA che, nel corso degli anni, sono stati immessi in ruolo dal MIUR. Questo quanto emerge dalle cinque sentenze ottenute dall’ANIEF presso il Tribunale del Lavoro di Lanciano (CH) che accoglie i ricorsi patrocinati dagli avvocati Fabio Ganci, Walter Miceli e Francesca Marcone e riconosce a cinque nostri iscritti, precari che da anni prestavano la propria attività lavorativa a tempo determinato come docenti o ATA, il diritto al risarcimento del danno anche se è intervenuta, in corso di causa, l’immissione in ruolo. Continua a leggere

Ricorsi Scuola: ecco l’uomo che li vince tutti

Smonta con la legge la scuola fuori-legge. Vuole portare in tribunale la Buona Scuola? «Sono già pronti trentamila ricorsi. Il ricorso è la leva della storia». Non crede che il ricorso sia l’oppio dei professori italiani? «Il ricorso è movimento, vitalismo. Tar, Consiglio di Stato, Tribunale del lavoro. Giustizia europea. Buona scuola, tié». Quanti ne ha formulati? «Cinquantamila ricorsi dal 2008 fino a oggi. E abbiamo sempre vinto». È vero che Matteo Renzi la teme più di Maurizio Landini? «So solo che per paura di vedersi sommersi dai nostri ricorsi, questa estate hanno tolto le ferie agli avvocati di Stato». Continua a leggere