Problematiche del personale ATA, report incontro al MIUR del 29 novembre

Nell’ambito del confronto da tempo in atto su alcune problematiche riguardanti il personale ATA, tuttora in attesa di soluzione, si è svolto mercoledì scorso, 29 novembre, un incontro al MIUR che ha affrontato anzitutto la questione dell’una tantum relativa alle “posizioni economiche” in applicazione del CCNL 7 agosto 2014. Sono ad oggi ancora 2.828 le lavoratrici e i lavoratori in attesa di percepire quanto loro dovuto. Continua a leggere

Annunci

Esito incontro MIUR-Sindacati. graduatorie ATA III fascia non utilizzabili nell’a.s. 2017/18, supplenze fino all’avente diritto diventano annuali…..Attesa conferma

Apprendiamo che il Miur emanerà in tempi brevi un decreto per spostare di un anno la validità delle graduatorie ATA di III fascia, finora previste per l’a.s. 2017/18.

Date le difficoltà delle segreterie, alle prese con due milioni di domande presentate entro il 30 ottobre, e il parere negativo del MEF sulle supplenze fino ad avente diritto al personale ATA di ruolo, la decisione sembra ormai inevitabile.

La conseguenza di questo nuovo decreto sarà che la graduatoria ATA di III fascia sarà compilata con tutta calma dalle segreterie, dato che non potrà essere utilizzata per l’a.s. 2017/18 e  che le supplenze finora conferite “fino all’avente diritto” verranno trasformate in supplenze fino al 30 giugno o al 31 agosto, secondo la natura del posto.

Ulteroe conseguenza la salvaguardia delle supplenze conferite ai sensi dell’art. 59 del CCNL al personale di ruolo.

Questo l’esito della riunione di stamattina tra Miur e sindacati in seguito alla nota MEF che aveva detto no alle supplenze fino ad avente diritto per il personale ATA di ruolo e aveva già ipotizzato che sarebbe stato impossibile avere pronte le graduatorie ATA di III fascia pronte entro l’a.s. 2017/8.

A breve i comunicati sindacali.

Continua a leggere

Personale ATA – Esito incontro al MIUR

Si è concluso nel tardo pomeriggio l’incontro avvenuto presso il Gabinetto del MIUR tra l’Amministrazione e le OO.SS. Snals-Confsal, Flcgil, Cisl Scuola, Uil Scuola RUA, in tema di conferimento di contratto a tempo determinato ai sensi dell’art. 59 del CCNL 29.11.2007, nonché altri argomenti afferenti al personale ATA.

Nel corso dell’incontro si è convenuto che nell’anno scolastico 2017-2018, atteso che le procedure per il rinnovo delle graduatorie d’istituto del personale ATA avranno inizio il 30 settembre p.v., si dà applicazione all’art. 59 del CCNL nel caso di nomine fino all’arrivo dell’avente titolo, scorrendo le graduatorie relative al triennio 2014/2017.

L’Amministrazione diffonderà in tal senso una apposita nota a tutti gli UU.SS.RR. al fine di assicurare un’applicazione uniforme sul territorio.

E’ stato altresì avviato l’iter presso la Ragioneria Generale dello Stato affinché il predetto avviso in merito all’applicazione dell’art. 59 possa essere portato all’attenzione di tutte le Ragionerie Territoriali dello Stato, in quanto competenti al controllo sui contratti.

Con riguardo al rinnovo della terza fascia delle graduatorie d’istituto, si è convenuto di fissare un incontro in data 1° dicembre 2017, per verificare la consistenza numerica delle istanze ricevute e per esaminare il prosieguo della procedura, ivi compresa la fissazione dei termini per la presentazione del modello di scelta delle sedi.

Infine, si è concordato di proseguire il dialogo in un apposito incontro, da tenersi entro due settimane presso l’Ufficio di Gabinetto, al fine di esaminare misure ed interventi riguardanti il personale ATA, per affrontare congiuntamente le criticità che saranno poste all’esame del tavolo e per valutare proposte di miglioramento per il settore ATA.

Prima del termine della riunione le OO.SS. sono state informate del “pacchetto ATA” presentato dal Ministro al MEF riguardante:

–    la possibilità di sostituire il personale ATA assente;

–    un piano straordinario di assunzioni su tutti i posti vacanti e disponibili;

–    individuazione di una riserva di posti di DSGA da destinare agli assistenti amministrativi che hanno maturato una certa anzianità nella copertura dei posti vacanti e/o disponibili;

–    copertura del trattamento economico per le reggenze di DSGA.

Problematiche del personale ATA: convocazione al MIUR per il 21 settembre

Si svolgerà giovedì 21 settembre 2017 alle ore 11 presso il MIUR la riunione sulle problematiche del personale ATA richiesta con la massima urgenza dalle organizzazioni sindacali della scuola.

In quella sede la FLC CGIL, che aveva comunicato di essere pronta alla proclamazione dello stato di agitazione ove il MIUR non avesse preso in considerazione le nostre rivendicazioni, proporrà il rispetto delle clausole contrattuali in tema di conferimento delle supplenze e rilancerà le sue proposte in tema di organici, di concorsi ordinario e riservato per DSGA, di sostituzione del personale.

In arrivo la circolare SUPPLENZE | Docenti, educativi ed Ata

In via di emanazione il decreto per le graduatorie III fascia Ata: le domande dal 30 settembre al 30 ottobre

La gestione delle supplenze del personale docente, educativo ed ATA per l’anno scolastico 2017/18 è stato il tema centrale della riunione che si è svolta questa mattina al Miur, presso la Direzione del personale del MIUR. Per la UIL Scuola hanno partecipato Paolo Pizzo ed Antonello Lacchei.

I rappresentanti del ministero hanno illustrato la bozza di circolare che verrà diramata agli uffici nei prossimi giorni. La UIL Scuola ha evidenziato le criticità registrate nella delicata fase di avvio d’anno scolastico e avanzato delle proposte migliorative del testo ed in particolare:

per il personale docente

  • che tutte le supplenze conferite dalle graduatorie di istituto abbiano una data certa evitando il ricorso alle supplenze “fino avente titolo”;
  • che sia regolamentata, in particolare per i posti di sostegno, la cosiddetta “messa a disposizione” per i docenti specializzati sul sostegno e che non compaiono in nessuna graduatoria per uniformare le procedure delle scuole ai fini dell’attribuzione dell’incarico.

Inoltre sono state suggerite delle precisazioni rispetto alla circolare dello scorso anno.
In particolare le novità riguardano:

  • la possibilità di rinunciare ad uno spezzone assegnato dalle Graduatorie ad Esaurimento per accettare una supplenza su posto intero sino al 30/6 o 31/8, purché all’atto della convocazione non fossero disponibili cattedre o posti interi, è consentita unicamente durante il periodo di espletamento delle operazioni di attribuzione delle supplenze e prima della stipula dei relativi contratti.
  • nel caso di prosecuzione dell’assenza del titolare, anche se interrotta da giorno libero o giorno festivo, la proroga contrattuale del supplente già in servizio non è subordinata alla discrezionalità del Dirigente scolastico.

Per il personale Ata 

  • UTILIZZO DELLA TERZA FASCIA DI ISTITUTO
    E’ stata fortemente contrastata l’ipotesi di ricorrere alle nomine ‘fino all’avente diritto’ anche In considerazione del fatto che le procedure per la definizione delle graduatorie di circolo e di istituto di 3° fascia non sono state ancora avviate. E’ stata inoltre chiesta la salvaguardia ai fini dell’utilizzo dell’articolo 59 de CCNL per il personale già di ruolo per l’accettazione di rapporti di lavoro a tempo determinato.

A margine dell’incontro l’informativa ha dato

  • ESITI CONTENZIOSO ITP
    I ricorsi degli gli ITP aspiranti all’inserimento in seconda fascia non verranno appellati e pertanto produrranno effetti immediati. (vale solo per i ricorrenti che hanno una sentenza favorevole).
  • GRADUATORIE ATA DI 3° FASCIA
    E’ alla firma del Ministro il Decreto per il rinnovo delle graduatorie di istituto di terza fascia ATA. Le domande potranno essere inviate – in forma cartacea – dal 30 settembre al 30 ottobre 2017.

Dalla gestione del personale al funzionamento delle scuole. Il report delle riunioni al Miur

Gli incontri politici e tecnici che si stanno tenendo per definire il contesto in cui si discute in termini complessivi del contratto del settore scuola, hanno rappresentato l’occasione per approfondire con i vertici del MIUR altre tematiche connesse alla gestione del personale ed al funzionamento delle scuole. Tra i molti temi affrontati alcuni – oggi patrimonio comune – nascono dalle riflessioni e dalle proposte che la UIL Scuola ha avanzato negli anni. Su queste problematiche il Ministero non ha ancora fornito risposte esaustive ma il fatto che siano diventate patrimonio condiviso non di una parte ma dell’intero tavolo sta a testimoniare che il nostro lavoro tenace porta  dei frutti. Agli incontri de 3 e del 4 luglio hanno partecipato Rosa Cirillo e Pietro Di Fiore.

Vediamole in dettaglio: Continua a leggere

Organici scuola 2017/2018: il MIUR conferma le dotazioni ATA

Oggi, mercoledì 27 giugno 2017 si è concluso al MIUR il tavolo di concertazione sugli organici 2017/2018 del personale ATA, chiesto dai sindacati scuola.

La concertazione ha avuto esito negativo e, nonostante la chiarezza e la completezza dei dati forniti dal Ministero, resta la grave insufficienza del numero dei posti delle dotazioni organiche attuali a fronte dell’aumento dei bisogni delle scuole.

Per questa ragione la FLC CGIL, assieme agli altri sindacati, ha chiesto un impegno politico specifico al fine di superare le misure restrittive, soprattutto, in tema di organici e sostituzioni.

L’intesa politica, secondo la richiesta unanime dei sindacati, dovrà essere finalizzata a ottenere: l’adeguatezza delle dotazioni organiche, la sostituzione del personale assente, l’indizione bando di concorso per i DSGA (ordinario e riservato, al quale il MIUR sta già lavorando), la semplificazione del lavoro delle segreterie.

Il tavolo di concertazione è comunque risultato utile a recuperare quei posti che, nella prima ipotesi di sviluppo delle tabelle prospettata dall’Amministrazione, sarebbero stati persi a causa della diminuzione generalizzata degli alunni.

Saranno recuperati 79 posti in organico di DSGA che il MIUR proverà ad assegnare al profilo degli Assistenti Amministrativi, fermo restando che questa proposta dovrà essere autorizzata dal MEF.

Di conseguenza i dati dovrebbero essere i seguenti: Continua a leggere

Organici scuola ATA: aggiornata la concertazione dop incontro al MIUR

Oggi 19 giugno alle ore 14,30 si è tenuto, a seguito di richiesta unitaria, l’incontro di concertazione tra i sindacati e il Ministero sulle dotazioni organiche ATA per l’a.s. 2017/2018. Alla riunione sono intervenuti il Capo Dipartimento per l’Istruzione, Dott.ssa De Pasquale, e il Direttore Generale del Personale, Dott.ssa Novelli. Continua a leggere

Organici scuola 2017/2018 personale ATA, i sindacati sospendono l’incontro al MIUR

Martedì 13 giugno alle ore 11 si è tenuto il secondo tavolo d’informativa al MIUR sulle dotazioni organiche ATA per l’a.s. 2017/2018.

Il Ministero ha proposto ai sindacati di concordare un criterio con dei correttivi per fare in modo di non sforare il tetto di organico imposto dal MEF. Vale a dire applicare alcune ipotesi di sviluppo nell’attribuzione dei posti in base all’incremento/decremento nel numero degli alunni, tenendo però conto del limite imposto dalla legge. Anzi con l’ipotesi di previsione di un calo di 32 posti per non andare oltre il tetto.

Ciò sta a significare che, anche laddove sussistesse un aumento di alunni, non si otterrebbero i posti previsti dal decreto, ma che questi devono essere aggiustati in difetto stante il tetto. E le scuole lo stanno già verificando in questi giorni con l’inserimento dei dati al sistema informativo (SIDI). Continua a leggere

Utilizzazioni assegnazioni provvisorie, incontro al Miur

Oggi si è svolto un primo incontro tra le parti per definire il contratto su utilizzazioni e assegnazioni provvisorie per l’anno scolastico 2017/18.

Sono stati esaminati gli articoli (dall’11 al 20) e le tabelle relativi al personale Amministrativo tecnico e ausiliario. Sostanzialmente si va verso una conferma dell’impianto precedente con gli aggiustamenti resisi necessari a seguito delle novità introdotte nel contratto integrativo sulla mobilità. Il confronto relativo al personale docente è stato rinviato a martedì 23 maggio.

Indicazioni operative per passaggio da ambito a scuola Le organizzazioni sindacali hanno contestato all’amministrazione l’emanazione di una nota, principalmente per una questione di forma, nella sostanza si condivide lo scadenzario delle procedure che le scuole devono seguire per l’individuazione dei docenti che devono passare da ambito a scuola.

Per la UIL l’accordo è chiaro: l’esame comparativo riguarda esclusivamente i requisiti dei candidati e non tra i candidati stessi. I docenti assegnati d’Ufficio devono essere individuati sulla base del punteggio, della mobilità per i docenti già titolari, del punteggio di merito per i docenti neo assunti. Comunque ogni comunicazione in merito, così come ogni procedura informatizzata, vista la natura pattizia della materia, va concordata con i sindacati. E’ previsto un ulteriore incontro martedì 23 maggio.

Personale ATA: confronto serrato al MIUR ma pochi gli avanzamenti sui temi affrontati

Mercoledì 5 aprile 2017 si è tenuto al MIUR il secondo tavolo tematico sulle questioni del personale ATA, riprendendo il confronto dai temi affrontati il 22 marzo e sui quali l’Amministrazione si era impegnata a trovare delle soluzioni.

Poiché alcuni dei temi sollevati comportavano il coinvolgimento non solo della Direzione del Personale, è intervenuto alla riunione anche il Direttore Iacopo Greco della Direzione delle Risorse Umane e Finanziarie del MIUR, il quale ci ha aggiornato anche su alcune questioni sollevate dalla FLC CGIL nei giorni scorsi.

I temi affrontati dall’Amministrazione

  1. Superamento blocco supplenze Amministrativi e Tecnici.

Sulla deroga al divieto di sostituzione chiesto dai sindacati al Ministero, purtroppo, non sono stati fatti dei passi in avanti ritenendo l’Amministrazione che la questione possa essere affrontata solo in sede politica governativa, stante l’impedimento normativo. Il Ministero si sarebbe limitato a presentare degli emendamenti di legge per allargare la possibilità a sostituire anche al personale tecnico e amministrativo, ma la proposta di modifica non sarebbe stata ancora presa in considerazione.

  1. Questione dei rapporti con l’INPS

Il Ministero ci ha riferito dell’incontro tenuto il 27 marzo con i vertici dell’INPS, al quale ha partecipato anche il Direttore Generale Luca Sabatini. L’INPS si è impegnato a inviare per iscritto entro una decina di giorni una proposta tecnica al MIUR su come strutturare il nuovo sistema informatico riguardo alle pensioni, che al momento non è interfacciabile con SIDI. Si dovrà, dunque, lavorare sulla interoperabilità dei due sistemi informatici e c’è la disponibilità da parte dell’Ente di Previdenza a non passare questa incombenza alle scuole per questo anno scolastico. Si dovrà probabilmente costruire un sistema che consenta la trasmissione dei flussi e avviare una convenzione diretta tra MIUR e INPS.

Il MIUR si è impegnato a inviare una nota scritta agli USR non appena riceverà la proposta tecnica dall’INPS.

  1. Transito del personale delle province alle scuole

Il MIUR ci ha informati di avere nuovamente sollecitato, il Dipartimento Funzione Pubblica, che sta attendendo la conclusione delle procedure di transito, a sbloccare i posti con nomina fino all’avente diritto, dal momento che dovrebbero essere solo alcune unità residuali a fare il passaggio nella scuola.

Senza il via libera il Ministero non intende definire le nomina fino all’avente diritto. Questo però, ha precisato il Ministero, non ostacolerà le nomine in ruolo di quest’anno sul turn over poiché i posti dei transiti sono già stati accantonati lo scorso anno.

Sui argomenti seguenti è intervenuta la DGRUF, nella persona del Direttore Greco, a dare degli aggiornamenti alle organizzazioni sindacali:

  1. Indennità di reggenza per DSGA

Il Ministero ci ha confermato, dopo sollecito al MEF, di essere ancora in attesa di ricevere dall’IGOP la certificazione sui risparmi per poter fare l’atto d’indirizzo ai fini del pagamento dell’indennità di cosiddetta “reggenza” per l’anno scolastico 2014/2015 ai DSGA su scuole sottodimensionate. Dopo di che si può anche avviare la prescritta sessione negoziale all’ARAN per il compenso spettante per l’a.s. 2016/2017, che si basa sempre sulla certificazione delle somme risparmiate.

È già stata intrapresa a questo proposito con l’IGOP la fase istruttoria che non si è ancora completata, anche se il MIUR ha già effettuato un monitoraggio sul numero dei DSGA che hanno diritto all’indennità, che sarebbero sui 300 per il 2014/2015 e sotto i 300 per il 2016/2017. La somma destinata all’indennità è il 10% dei risparmi, quantificati in 10 milioni di euro per il 2016/2017.

Esisterebbe poi un problema tecnico sull’assegnazione di queste somme su un apposito capitolo a copertura delle indennità, ma che è in via di superamento.

  1. Appalti di pulizia nelle scuole

È stato poi affrontato il problema dell’esternalizzazione dei servizi di pulizia nelle scuole, che ci stiamo portando avanti oramai da 20 anni. Sussiste un’emergenza a seguito della risoluzione delle convenzioni Consip che, per l’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione), coinvolge anche i contratti attuativi, quindi, i contratti di pulizia non sarebbero validi.

Il Direttore Greco ci ha informati che questa situazione deve essere presa in carico dal Governo e chiarita nell’interesse delle scuole e del loro funzionamento. Sono in corso delle interlocuzioni a Palazzo Chigi perché non è possibile intervenire in via amministrativa, ma occorre una norma di legge per superare l’emergenza e chiudere questo anno scolastico.

Questo problema sta facendo emergere le molte criticità relative alla complessità di gestione da parte delle scuole di queste convenzioni con le ditte di pulizia, molto spesso contrassegnate da un diffuso contenzioso, che le scuole non sono in grado di fronteggiare.

La prosecuzione di questi appalti fa venire alla luce anche l’esigenza sociale di mantenere i livelli occupazionali per il personale delle imprese. Quindi dal 1^ settembre si dovrà affrontare anche questo tema e l’internalizzazione del servizio è argomento che rappresenta una ipotesi di soluzione che dovrà trovare terreno soprattutto in campo politico.

  1. Help Desk amministrativo contabile e revisione Regolamento di contabilità

Il Direttore delle Risorse Umane di Finanziarie ci ha informati di aver avviato il servizio di Help Desk amministrativo contabile – da noi richiesto fin dal 2013/2014 – al fine di predisporre degli strumenti utili di comunicazione diretta con un gruppo di esperti che possa rispondere efficacemente alle scuole. Il progetto sta per partire in via sperimentale nella regione Toscana e il 12 aprile sarà presentato a Firenze. Poi sarà allargato in tutta Italia.

Inoltre, subito dopo Pasqua la DGRUF si è impegnata a inviarci l’informativa circa la prevista revisione del Regolamento di contabilità con la tempistica da programmare.

Inoltre, siamo stati informati che è stato rifinanziato e sta per ripartire la seconda edizione del progetto “Io conto” rivolto a DSGA e Dirigenti Scolastici. Il tema dell’aggiornamento e formazione a cascata sarà legato questa volta proprio alla revisione del Regolamento di contabilità. Il MIUR ci ha comunicato di aver investito circa 800 mila euro per questa seconda fase.

  1. La questione dei Co.Co.Co.

Infine, il Dott. Greco ci ha ragguagliati sul tema dei Co.Co.Co. che lavorano nelle scuole e che sono circa 900. La DGRFU ci ha riferito di essersi fortemente impegnata sul tema della loro stabilizzazione, ma che la normativa vigente al momento non lo consente.

La norma prevede, invece, la proroga per un anno (31 dicembre 2017) e, quindi, di poter arrivare anche per l’anno scolastico prossimo fino alla scadenza naturale del contratto, cioè fino ad agosto 2018.

Ci ha, inoltre, informati di aver proposto l’utilizzo delle economie derivanti dalle cessazioni di questo personale per coprire l’adeguamento degli stipendi di questo personale, rimasti fermi al 2001 e i cui contributi figurativi sono su 10 mesi invece che su 12 mesi. La risposta ora resta alla politica.

La posizione della FLC CGIL sugli argomenti trattati

  1. Superamento blocco supplenze Amministrativi e Tecnici.

Riteniamo inverosimile che l’Amministrazione non riesca a rappresentare e sostenere il problema al proprio livello politico interno in modo tale da far superare questo scoglio che a nostro avviso non è anche di organizzazione amministrativa, dal momento che la funzionalità delle scuole dovrebbe essere il primo obiettivo da parte pubblica per garantire il diritto allo studio. Quindi, potrebbe ben essere emanata una circolare che lavori sulla definizione di “supplenza breve” in quanto, non possono essere considerate tali, assenze come il congedo biennale o la maternità.

Noi continueremo ad avanzare la nostra richiesta al livello politico (anche con lo #sbloccATA – link a notizia) ma anche a coinvolgere i lavoratori che  non sono obbligati a sostituire in caso di assenza dei colleghi.

  1. Questione dei rapporti con l’INPS

Ci siamo riservati di pronunciarci nel merito non appena avremo l’informativa sulla proposta dell’INPS poiché non è chiaro il modo in cui dovranno operare le scuole.

Certo è che anche per il futuro questo lavoro non potrà essere scaricato sugli Assistenti Amministrativi (che non possono essere neppure sostituiti), i quali dovrebbero operare nella piattaforma Passweb dell’INPS accedendo col proprio PIN personale. Non va bene che si carichi il personale di segreteria della responsabilità di dati che vengono inseriti in una piattaforma che non è del Ministero. E riteniamo che l’INPS, che è un’altra Amministrazione, non possa dire alle scuole quello che devono fare al posto del Ministero dell’Istruzione.

I sindacati hanno comunque protestato col MIUR di come, nonostante i solleciti informali ai Direttori Regionali a sospendere le convenzioni fatte con l’INPS, alcuni USR abbiano continuato le attività già intraprese.

  1. Transito del personale delle province alle scuole

Per la FLC CGIL è inammissibile mantenere, a due mesi dalla fine dell’anno scolastico, ancora le nomine fino all’avente diritto, dal momento che le scuole dovranno anche far programmare le ferie al personale coinvolto. Intendiamo, quindi, procedere con una richiesta unitaria per sbloccare tali nomine e assicurare anche il servizio nelle scuole nei mesi estivi.

  1. Indennità di reggenza per DSGA

È per noi inaccettabile che a distanza di tre anni non si riesca a risolvere questa partita anche a causa del fatto che il MEF non ha voluto chiudere il processo di dimensionamento e questo annoso problema si ripropone di anno in anno senza soluzione. È altresì grave la lentezza con cui l’IGOP procede con le certificazioni dovute, mentre i tempi della scuola richiedono tempestività ed efficienza nel rispondere alle richieste di un’utenza sempre più esigente ed articolata.

  1. Appalti di pulizia nelle scuole

È da molti anni che stiamo chiedendo il superamento dell’esternalizzazione dei servizi che non hanno risolto i problemi della pulizia delle scuole e che le espongono a un continuo contenzioso distraendole dai loro compiti istituzionali. La FCL CGIL chiede da tempo l’internalizzazione con lo scongelamento degli 11.857 accantonamenti che possono essere anche una risposta occupazionale valida per coloro che sono in possesso dei requisiti richiesti per la Pubblica Amministrazione.

Speriamo questa volta di arrivare a una decisione risolutiva che incontri le esigenze di tutti.

  1. Help Desk amministrativo contabile e revisione Regolamento di contabilità

La sperimentazione del progetto Help Desk ministeriale, da noi proposto fin dal 2013/2014, su cui è stato fatto un Convegno dalla FLC CGIL presso il MIUR e riproposto durante i tavoli tecnici al Ministero, in effetti è partita da tempo ed è andata molto a rilento.

Noi riteniamo che possa essere uno strumento utile di interlocuzione tra i centri ministeriali e le scuole che si trovano in difficoltà a gestire problematiche amministrativo-contabili, ma l’allargamento

alle scuole di un’intera regione sarà positivo solo se si concluderà in un tempo definito e utile per una generalizzazione da settembre.

Sulla revisione del Regolamento di contabilità ci siamo battuti dando il nostro concreto apporto nel gruppo di lavoro costituito al Ministero. Anche questo processo di revisione si è avviato da troppo tempo e le lungaggini ministeriali ne hanno rallentato la sua conclusione. Quindi, attendiamo la prossima informativa per avere la tempistica precisa di questo avvio, altrimenti dovremo prendere in considerazione delle conseguenti, e possibilmente unitarie, iniziative per sbloccare la situazione.

  1. La questione dei Co.Co.Co.

Sul tema dei Co.Co.Co. nelle scuole abbiamo chiesto la loro stabilizzazione nell’ambito delle quote di accantonamento. Siamo soddisfatti della proroga in essere che, anche se non risolve definitivamente il problema, consente loro di poter continuare a lavorare e di poter avere più tempo a disposizione per ragionare sulla loro futura collocazione.

Sulle posizioni economiche e su tutti gli altri argomenti in agenda saremo riconvocati al Ministero tra una ventina di giorni.

Su tutte le questioni affrontate ma, in particolar modo, sul divieto di sostituibilità degli amministrativi e dei tecnici e sulla carenza degli organici, continueremo a non desistere perché questa è una situazione di emergenza.

Infatti, le criticità sugli organici e sui carichi di lavoro e funzioni ATA sono destinate ad aggravarsi se le Deleghe alla legge 107/2015 (soprattutto sull’inclusione scolastica) saranno approvate senza le modifiche che abbiamo chiesto per l’aumento di posti in organico e per l’istituzione dell’organico funzionale anche per questo personale.

Purtroppo si fa molta fatica a trovare delle soluzioni concrete ai problemi e, soprattutto, sembra che non ci sia la piena consapevolezza da parte ministeriale della gravità della situazione.

Anche il confronto a questi tavoli tematici sta dimostrando che ci sono solo dei piccoli avanzamenti, ma ancora non c’è un impegno preciso da parte dell’Amministrazione.

Stando così le cose noi continueremo con la nostra campagna di denuncia, raccogliendo quante più firme possibili con lo #sbloccATA, che vogliamo consegnare alla Ministra Fedeli per rappresentare la grave situazione di emergenza delle scuole e dei lavoratori ATA.

Il report dell’incontro al Miur

Dopo il convegno del 14 scorso che ha fatto il punto sulle criticità del settore, oggi è partito il confronto dei sindacati col dipartimento istruzione e formazione del Miur sulle questioni del personale Ata. L’incontro è frutto della richiesta avanzata dalla UIL scuola, insieme agli altri sindacati, per fare il punto sulle numerose questioni irrisolte che si sono stratificate negli anni.

Tra gli argomenti rappresentati l’istituzione dell’organico funzionale e la redistribuzione dell’attuale organico tra i diversi gradi di scuola; la revisione delle norme che limitano le supplenze brevi; l’estensione della figura di Assistente Tecnico nelle scuole di primo ciclo; la ripresa dei processi di mobilità professionale interna; la riattivazione delle procedure per l’attribuzione delle nuove posizioni economiche; l’istituzione delle figure di coordinamento amministrativo e tecnico da implementare nelle “reti di scuole”; il superamento dell’esternalizzazione dei servizi ausiliari, tecnici e amministrativi; l’indizione del bando per i concorsi ordinario e riservato per il profilo di DSGA; l’emanazione dell’atto di indirizzo per i DSGA in reggenza su due scuole; l’ingerenza delle altre amministrazioni sull’organizzazione del lavoro Ata (INPS).

Su quest’ultimo aspetto relativo all’INPS i rappresentati del Miur hanno comunicato che entro fine settimana o all’inizio della prossima ci sarà un incontro con il direttore Generale INPS delle pensioni al fine di individuare soluzioni che evitino l’aggravio di lavoro per le scuole.

Per quanto concerne le indennità dei DSGA per incarichi aggiuntivi l’amministrazione ha comunicato che il MEF non ha ancora certificato le somme relative al 2014/15 e che verrà fatto a breve, quindi il problema dovrebbe essere in via di soluzione.
Per gli anni 2015/16 e 2016/17 il Miur sta lavorando alla relazione tecnica propedeutica all’apertura della sessione negoziale con MEF e funzione Pubblica, ma la soluzione del problema resta molto sullo sfondo.

Blocco supplenze
Su questo argomento, dopo la nota del Miur con la quale si supera, seppur parzialmente, il problema relativo alla sostituzione dei collaboratori scolastici attraverso l’assunzione di responsabilità e la nota che introduce una deroga alla legge nel caso di cessazione in corso d’anno, il Miur si è impegnato a fare una verifica interna per una eventuale emanazione di una specifica nota di chiarimento e su questo a fornire un informativa più puntuale nel prossimo incontro.

Mobilità intercompartimentale
Il Miur ha comunicato che entro il mese di aprile si dovrebbe concludere la procedure di passaggio da altri enti e di conseguenza si dovrebbero liberare i posti fin qui accantonati.

Posizioni economiche
Il Miur ha comunicato di aver già scritto al MEF per chiedere lo sblocco delle 2.828 posizioni economiche sospese.
Per le nuove posizioni sarà necessaria una nuova intesa.
Il Miur si è impegnato a fare una nota per consentire al personale già formato di poter surrogare il personale andato in pensione.

Per la UIL molte questioni possono trovare concreta definizione attraverso il ripristino di istituti contrattuali bloccati, altre con interpretazione analogica ed estensiva di norme che oggi non tengono conto della specificità della scuola, altre attraverso provvedimenti amministrativi o normativi.
Per la soluzione complessiva delle criticità rappresentate serve però un cambio di passo da parte del Miur nell’affrontare i problemi.
Nel corso del prossimo incontro, già fissato per mercoledì 5 aprile, verranno ulteriormente approfonditi i problemi oggetto del confronto odierno e affrontati gli altri.
Per la UIL scuola ha partecipato Pasquale Proietti.

Personale ATA: avvio del tavolo tematico al MIUR occorre accelerare

A seguito delle iniziative della FLC CGIL, le più recenti il convegno che si è tenuto a Roma il 16 e il 17 febbraio e la raccolta firme #sbloccATA, e delle pressioni unitariamente condotte con gli altri sindacati scuola, si è svolto il primo confronto sulle tematiche ATA come da impegno preso dal MIUR nell’incontro del 15 marzo scorso. Continua a leggere

Il MIUR convoca i sindacati sulle problematiche del personale ATA

Sollecitata dalla Cisl Scuola e dalle altre sigle nel corso dell’informativa svoltasi oggi sulle reti scolastiche, è arrivata in serata dal MIUR la convocazione dei sindacati per un incontro in cui affrontare, come richiesto, le numerose problematiche del personale ATA. La data fissata per l’incontro è quella di mercoledì 22 marzo.

Graduatorie d’istituto docenti e ATA: il 21 marzo 2017 riprende il confronto

Il 21 marzo 2017 sono previsti due incontri al MIUR sui prossimi bandi per le graduatorie d’istituto sia dei docenti/educatori che del personale ATA.

Durante il confronto ribadiremo le posizioni già espresse negli incontri precedenti (docenti e ATA) e solleciteremo una rapida pubblicazione per garantire le nuove graduatorie fin dall’inizio del prossimo anno scolastico.

La condizione del personale ATA nella scuola: il MIUR apre un tavolo tematico

Nell’incontro d’informativa sindacale sulle reti svoltosi mercoledì 15 marzo 2017 al MIUR, la delegazione FLC CGIL ha posto con forza le gravi condizioni di lavoro in cui versano le segreterie scolastiche e tutto il personale ATA chiedendo l’apertura immediata di un tavolo specifico anche in considerazione degli impegni che il MIUR si era ripetutamente preso ai massimi livelli. Continua a leggere

Incontro al MIUR sull’aggiornamento delle graduatorie ATA

L’8 febbraio 2017 si è tenuta presso il MIUR una riunione informativa alle organizzazioni sindacali rappresentative del comparto scuola sulle procedure di reclutamento del personale ATA e più precisamente sulla predisposizione del concorso per soli titoli per l’anno scolastico 2017/2018 (24 mesi) e sull’ emanazione del Decreto ministeriale con il quale si costituiranno le nuove graduatorie per il conferimento di supplenze gli anni scolastici 2017/18, 2018/19 e 2019/20 (terza fascia). Per la UIL Scuola ha partecipato Antonello Lacchei.

ATA 24 mesi

I rappresentanti del MIUR hanno anticipato che a giorni verrà pubblicata la circolare che avvierà la procedura. La data di pubblicazione dovrà essere stabilita in raccordo con le altre attività programmate. A seguito di questa nota I Direttori Generali di ciascun Ufficio Scolastico Regionale – con esclusione della regione Valle d’Aosta e delle province autonome di Trento e Bolzano – emaneranno i relativi bandi per ciascun profilo professionale e per tutte le province di competenza. Le domande dovranno essere inviate in forma tradizionale, anche per posta elettronica certificata, mentre la scelta delle scuole sarà effettuata – in un secondo tempo – on line. Dalla data di pubblicazione di ciascun bando regionale decorrerà il termine di 30 giorni per la presentazione delle domande. Ricordiamo che a tale concorso possono partecipare esclusivamente aspiranti con 24 mesi di servizio prestati nella scuola statale e nel profilo richiesto.

Graduatorie di terza fascia

Successivamente al concorso dei 24 mesi verrà emanato il DM con il quale si costituiranno le nuove graduatorie per il conferimento di supplenze brevi e saltuarie. Anche in questo caso le domande dovranno essere inviate in forma tradizionale, anche per posta elettronica certificata. Per partecipare i candidati dovranno essere in possesso del titolo di studio previsto dal contratto nazionale per il profilo professionale richiesto. Gli interessati possono concorrere per i profili professionali di assistente amministrativo, assistente tecnico, cuoco, infermiere, guardarobiere, addetto alle aziende agrarie, collaboratore scolastico. Le nuove graduatorie di circolo e di istituto sostituiranno integralmente quelle vigenti nel triennio precedente.

La Uil Scuola, ha chiesto di

  • Operare rapidamente per garantire alle scuole il tempo necessario al completamento delle operazioni ed evitare le sovrapposizioni delle scadenze
  • Mettere in condizioni le scuole di non caricare nuovamente i dati presenti al sistema confermandoli.
  • Garantire le nuove graduatorie per l’inizio dell’anno scolastico
  • Non aggiungere nuove certificazioni ai fini del punteggio in quanto non hanno alcuna utilità se non quella di alimentare il mercato dei corsi a pagamento

Transito personale Croce Rossa Italiana e Enti di Area Vasta nei ruoli ATA della scuola la Tabella riepilogativa

I sindacati unitari hanno inviato, martedì 7 febbraio 2017, una richiesta urgente per un apposito incontro al Capo Dipartimento per l’Istruzione in merito al transito del personale sovrannumerario proveniente dalla CRI e dagli EAV (province) nei ruoli ATA della scuola, avvenuto dal 1^ febbraio 2017. Continua a leggere

Personale ATA: aggiornamento graduatorie provinciali permanenti e d’istituto

Mercoledì 8 febbraio 2017 alle ore 11.00 siamo stati convocati al Ministero dell’Istruzione per l’avvio dell’informativa circa l’aggiornamento

  • delle graduatorie d’istituto per il triennio 2017/2020 del personale ATA delle aree A e B.
  • delle graduatorie provinciali permanenti (concorso 24 mesi) per l’anno scolastico 2016/2017