Istanze OnLine, guida per immagini al cambio della password

Nei giorni scorsi, abbiamo riferito sull’Avviso di scadenza della password e dell’invito a rinnovarla, che si legge su Istanze Online cliccando su accedi.

Istanze on line avvisa che la password è in scadenza

Illustriamo di seguito i passaggi necessari al cambio password.

1)  Accedi al portale Istanze Online cliccando qui, apparirà la pagina iniziale; clicca su Accedi:cattura0-1200x538

 

2) Inserisci Username e Password per accedere alla home page del servizio:

cattura-1200x497
3) Clicca in alto a destra sull’icona accanto al nome utente; si aprirà un menù a tendina, clicca su area riservata:

cattura1

4) Dopo aver cliccato su Area riservata,  clicca sulla voce “cambio password”:

cattura2

5) Dopo aver cliccato su “cambio password”, apparirà una finestra di dialogo per procedere al cambio della password:

cattura3-600x325

6) Inserisci la vecchia password, inserisci  la nuova password e confermala; clicca su invia per concludere l’operazione.

Annunci

Come ottenere l’Identità digitale (SPID) per accedere ai servizi della pubblica amministrazione

Lo SPID è il sistema di autenticazione che permette a cittadini ed imprese di accedere ai servizi online della pubblica amministrazione e dei privati aderenti con un’identità digitale unica. L’identità SPID è costituita da credenziali (nome utente e password) che vengono rilasciate all’utente e che permettono l’accesso a tutti i servizi online, in questo modo si potrà accedere ai vari servizi senza la necessità di acquisire le diverse credenziali previste dai singoli enti. È utilizzabile da computer, tablet e smartphone. Continua a leggere

Precari scuola: una guida per i neo-assunti a tempo indeterminato

Abbiamo realizzato una guida essenziale per il personale della scuola (docenti, ATA ed educatori) neo-assunto a tempo indeterminato.

Nella guida sono illustrati gli adempimenti previsti al momento dell’assunzione e alcune utili informazioni per affrontare consapevolmente il primo anno di ruolo.

Donazione di sangue: il permesso è retribuito e non deve essere recuperato

Il personale docente e ATA, assunto a tempo indeterminato e determinato (quest’ultimo anche se per “supplenza breve”) ha diritto ad assentarsi dal lavoro nel giorno in cui dona gratuitamente il sangue (il permesso non è retribuito nel caso di donazione a titolo oneroso), senza alcuna decurtazione della retribuzione (durante l’assenza si maturano la tredicesima mensilità e il TFR). Continua a leggere