Personale ATA – Pubblicazione graduatorie permanenti definitive a.s. 2017-18

Si pubblicano le graduatorie permanenti definitive a.s. 2017-18

Annunci

Personale ATA – concorsi ordinari di cui all’art. 554 D.L.vo 297/94 – a.s. 2017/18 – AVVISO PUBBLICAZIONE GRADUATORIE PROVVISORIE

Si dà avviso che dal 12 maggio 2017 al 22 maggio 2017 sono depositate all’albo dello scrivente le graduatorie permanenti provvisorie aggiornate ed integrate dei concorsi per titoli, per il personale ATA, unitamente agli elenchi alfebetici.

I reclami dovranno pervenire a mezzo pec all’indirizzo uspve@postacert.istruzione.it o posta elettronica ordinaria all’indirizzo usp.ve@istruzione.it entro e non oltre il 22 maggio 2017.

Graduatorie personale ATA: predisposizione funzioni e allegato G

Con nota 17 marzo 2017 prot. n. 690 il Miur comunica che le funzioni relative alle graduatorie provinciali permanenti e alle graduatorie d’istituto di prima e seconda fascia del personale A.T.A. sono state riattivate per il nuovo anno scolastico 2017/18, a valle delle attività propedeutiche necessarie alla predisposizione delle banche dati e finalizzate a:

  • cancellare i titolari nella stessa provincia e nello stesso profilo;
  • cancellare gli aspiranti con più 66 anni e 7 mesi al prossimo 1 settembre;
  • inizializzare i punteggi dei titoli, spostando la loro somma nel punteggio precedente;
  • inizializzare le posizioni in graduatoria;
  • inizializzare i titoli soggetti a scadenza.

Al fine di consentire agli uffici di identificare le posizioni cancellate, saranno forniti appositi file per il tramite del servizio di Supporto alla Governance del gestore del Sistema Informativo che opera sul territorio.

Dal 4 maggio al 5 giugno, saranno resi disponibili:

  • allegato G per la prima fascia;
  • allegato A per la seconda fascia.

L’istanza Polis di scelta delle sedi (allegato G) effettuerà il controllo che sul SIDI la domanda sia presente e con almeno una graduatoria valida, o con riserva sulla stessa provincia in cui l’aspirante intende presentare le sedi. Sull’istanza dell’allegato A detto controllo era già presente in quanto la graduatoria provinciale di riferimento è stabile e non prevede nuovi ingressi.

Personale ATA – Concorsi per titoli per l’accesso ai profili professionali dell’area A e B della scuola a.s. 2016/17 – Graduatorie a.s. 2017/18 –Venezia

Si pubblicano i decreti-bandi e i relativi allegati

Concorso 24 mesi ATA 2016/2017: disponibili i modelli di domanda

Il MIUR con la nota 9893 del 7 marzo 2017 ha trasmesso agli uffici Scolastici Regionali i modelli di domanda relativi all’aggiornamento delle graduatorie provinciali permanenti del personale ATA per l’anno scolastico 2016/2017 per le graduatorie dell’a.s. 2017/18.

Ata, si assume solo tra precari

Si è messa in moto la macchina ministeriale finalizzata all’indizione dei concorsi per soli titoli per l’accesso ai ruoli provinciali relativi ai profili professionali dell’area A (collaboratore scolastico e B (assistente amministrativo e tecnico, cuoco, guardarobiere, infermiere) del personale Ata e alla costituzione delle graduatorie provinciali permanenti utili per l’anno scolastico 2017/2018 e all’aggiornamento di quelle già costituite negli anni precedenti. Continua a leggere

Concorso personale Ata 2017, il bando a fine febbraio

E’ atteso per la fine del mese di febbraio il bandodi concorso del personale Ata 2017, in base anche alle anticipazioni delle scorse settimane dei sindacati.

In attesa del bando che andrà a delineare i vari dettagli e requisiti, ricordiamo che il concorso sarà riservato a 10.801 posti, compresivi dei 507 accantonamenti (sui profili di DSGA, Assistente Amministrativo, Assistente Tecnico e Collaboratore Scolastico) per il personale soprannumerario delle province.

Ecco la ripartizione dei posti prevista per il concorso:

Collaboratore scolastico: 6949 posti
Assistente amministrativo: 2103 posti
Assistente tecnico: 790 posti
DSGA: 216 posti

Inoltre sono previsti 87 posti per il ruolo di cuoco, 81 posti per Addetto azienda agraria; 49 posti per Guardarobiere; 19 posti per Infermiere.

Ricordiamo infine che il Bando Ata 2017 verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e, a partire dal giorno della pubblicazione, decorreranno 30 giorni di tempo per presentare la propria domanda

Incontro al MIUR sull’aggiornamento delle graduatorie ATA

L’8 febbraio 2017 si è tenuta presso il MIUR una riunione informativa alle organizzazioni sindacali rappresentative del comparto scuola sulle procedure di reclutamento del personale ATA e più precisamente sulla predisposizione del concorso per soli titoli per l’anno scolastico 2017/2018 (24 mesi) e sull’ emanazione del Decreto ministeriale con il quale si costituiranno le nuove graduatorie per il conferimento di supplenze gli anni scolastici 2017/18, 2018/19 e 2019/20 (terza fascia). Per la UIL Scuola ha partecipato Antonello Lacchei.

ATA 24 mesi

I rappresentanti del MIUR hanno anticipato che a giorni verrà pubblicata la circolare che avvierà la procedura. La data di pubblicazione dovrà essere stabilita in raccordo con le altre attività programmate. A seguito di questa nota I Direttori Generali di ciascun Ufficio Scolastico Regionale – con esclusione della regione Valle d’Aosta e delle province autonome di Trento e Bolzano – emaneranno i relativi bandi per ciascun profilo professionale e per tutte le province di competenza. Le domande dovranno essere inviate in forma tradizionale, anche per posta elettronica certificata, mentre la scelta delle scuole sarà effettuata – in un secondo tempo – on line. Dalla data di pubblicazione di ciascun bando regionale decorrerà il termine di 30 giorni per la presentazione delle domande. Ricordiamo che a tale concorso possono partecipare esclusivamente aspiranti con 24 mesi di servizio prestati nella scuola statale e nel profilo richiesto.

Graduatorie di terza fascia

Successivamente al concorso dei 24 mesi verrà emanato il DM con il quale si costituiranno le nuove graduatorie per il conferimento di supplenze brevi e saltuarie. Anche in questo caso le domande dovranno essere inviate in forma tradizionale, anche per posta elettronica certificata. Per partecipare i candidati dovranno essere in possesso del titolo di studio previsto dal contratto nazionale per il profilo professionale richiesto. Gli interessati possono concorrere per i profili professionali di assistente amministrativo, assistente tecnico, cuoco, infermiere, guardarobiere, addetto alle aziende agrarie, collaboratore scolastico. Le nuove graduatorie di circolo e di istituto sostituiranno integralmente quelle vigenti nel triennio precedente.

La Uil Scuola, ha chiesto di

  • Operare rapidamente per garantire alle scuole il tempo necessario al completamento delle operazioni ed evitare le sovrapposizioni delle scadenze
  • Mettere in condizioni le scuole di non caricare nuovamente i dati presenti al sistema confermandoli.
  • Garantire le nuove graduatorie per l’inizio dell’anno scolastico
  • Non aggiungere nuove certificazioni ai fini del punteggio in quanto non hanno alcuna utilità se non quella di alimentare il mercato dei corsi a pagamento

Concorso 24 mesi ATA 2015/2016: il MIUR invia la nota agli USR per la pubblicazione dei bandi regionali

Il MIUR ha pubblicato la nota 6408 del 7 marzo 2016 con le indicazioni agli USR per la predisposizione dei bandi a livello regionale dei concorsi per soli titoli per l’anno scolastico 2015/2016 per i profili professionali del personale ATA dell’area A e B – 24 mesi.

I bandi saranno pubblicati dagli Uffici Scolastici Regionali che fisseranno anche i termini per la presentazione delle domande. Le graduatorie saranno pubblicate a livello provinciale e saranno utilizzate per le assunzioni e le supplenze del 2016/2017.

La nota ministeriale richiama la nota dello scorso anno per quanto riguarda i requisiti generali di ammissione, integrati dalla previsione contenuta nell’art. 38 del D.Lgs. 165/01, come modificato dall’art. 7 Legge 97/2013.

Quindi, la possibilità di accedere ai familiari dei cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro, e ai cittadini dei Paesi terzi, titolari del permesso di soggiorno UE di lungo periodo, o dello status di rifugiato.

Inoltre, il riconoscimento e la valutazione come servizio presso enti pubblici del servizio civile volontario, effettivamente svolto dopo l’abolizione dell’obbligo di leva. I criteri da applicare sono i medesimi del servizio civile sostitutivo di quello di leva, vale a dire servizio specifico se prestato in costanza di nomina e non specifico, in caso contrario.

In allegato la nota, i modelli di domanda.

 

Per qualsiasi dubbio a riguardo recarsi nella sezione “Supporto online” per assistenza.

 

Concorso 24 mesi ATA 2015/2016: a breve la nota agli USR per l’aggiornamento delle graduatorie

Il 16 febbraio 2016 si è tenuto l’incontro coi sindacati al MIUR, concernente l’aggiornamento delle graduatorie provinciali permanenti per l’anno scolastico 2015/2016 per i profili professionali del personale ATA dell’area A e B.

Il Ministero emanerà in settimana la nota (e i modelli di domanda) con le indicazioni agli USR, che dovranno fissare i termini per la presentazione delle domande. Le graduatorie saranno pubblicate a livello provinciale e saranno utilizzate per le assunzioni e le supplenze del 2016/2017.

Sono confermati i requisiti di ammissione per alcune categorie di cittadini stranieri (familiari dei cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro, e ai cittadini dei Paesi terzi, titolari del permesso di soggiorno UE di lungo periodo, o dello status di rifugiato) e il riconoscimento e valutazione del servizio civile volontario, introdotti lo scorso anno.

Le domande saranno ancora una volta cartacee, dal momento che non c’erano i tempi per cambiare l’ordinanza e predisporre tutta la procedura su istanze online, attraverso le quali rimarrà l’inserimento della scelta per le sedi scolastiche (modello G), che sarà reso disponibile successivamente.

I sindacati hanno chiesto al MIUR di uniformare i termini per la pubblicazione delle graduatorie, in modo da evitare discrasie nella loro divulgazione.

Abbiamo, inoltre, sollecitato il Ministero all’emanazione di una nota di chiarimento aggiornata (già diffusa in passato) per garantire l’uniformità nella valutazione dei servizi e dei titoli.