Concorso 24 mesi ATA 2017/2018: disponibili i modelli di domanda

Il MIUR con la nota 12391 del 7 marzo 2018 ha trasmesso agli uffici Scolastici Regionali i modelli di domanda relativi all’aggiornamento delle graduatorie provinciali permanenti del personale ATA per l’anno scolastico 2017/2018 per le graduatorie utili per le assunzioni e le supplenze dell’a.s. 2018/2019.

Come da noi richiesto, il Ministero dell’Istruzione ha precisato nella nota che possono presentare domanda di inserimento nella 24 mesi (se in possesso dei requisiti) della nuova provincia anche coloro che erano iscritti solo nella terza fascia di istituto di altra provincia e ora si sono trasferiti.
Nel modello B1 è contemplata, inoltre, la possibilità d’inserimento nella nuova provincia anche per coloro che hanno chiesto il depennamento perché inclusi nella 24 mesi di altra provincia.

Ricordiamo che i bandi saranno pubblicati dagli Uffici scolastici regionali entro il 20 marzo

Annunci

Personale ATA – Concorsi per titoli per l’accesso ai profili professionali dell’area A e B della scuola a.s. 2016/17 – Graduatorie a.s. 2017/18 –Venezia

Si pubblicano i decreti-bandi e i relativi allegati

Concorso 24 mesi ATA 2016/2017: disponibili i modelli di domanda

Il MIUR con la nota 9893 del 7 marzo 2017 ha trasmesso agli uffici Scolastici Regionali i modelli di domanda relativi all’aggiornamento delle graduatorie provinciali permanenti del personale ATA per l’anno scolastico 2016/2017 per le graduatorie dell’a.s. 2017/18.

Concorso 24 mesi ATA 2015/2016: il MIUR invia la nota agli USR per la pubblicazione dei bandi regionali

Il MIUR ha pubblicato la nota 6408 del 7 marzo 2016 con le indicazioni agli USR per la predisposizione dei bandi a livello regionale dei concorsi per soli titoli per l’anno scolastico 2015/2016 per i profili professionali del personale ATA dell’area A e B – 24 mesi.

I bandi saranno pubblicati dagli Uffici Scolastici Regionali che fisseranno anche i termini per la presentazione delle domande. Le graduatorie saranno pubblicate a livello provinciale e saranno utilizzate per le assunzioni e le supplenze del 2016/2017.

La nota ministeriale richiama la nota dello scorso anno per quanto riguarda i requisiti generali di ammissione, integrati dalla previsione contenuta nell’art. 38 del D.Lgs. 165/01, come modificato dall’art. 7 Legge 97/2013.

Quindi, la possibilità di accedere ai familiari dei cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro, e ai cittadini dei Paesi terzi, titolari del permesso di soggiorno UE di lungo periodo, o dello status di rifugiato.

Inoltre, il riconoscimento e la valutazione come servizio presso enti pubblici del servizio civile volontario, effettivamente svolto dopo l’abolizione dell’obbligo di leva. I criteri da applicare sono i medesimi del servizio civile sostitutivo di quello di leva, vale a dire servizio specifico se prestato in costanza di nomina e non specifico, in caso contrario.

In allegato la nota, i modelli di domanda.

 

Per qualsiasi dubbio a riguardo recarsi nella sezione “Supporto online” per assistenza.

 

Concorso 24 mesi ATA 2015/2016: a breve la nota agli USR per l’aggiornamento delle graduatorie

Il 16 febbraio 2016 si è tenuto l’incontro coi sindacati al MIUR, concernente l’aggiornamento delle graduatorie provinciali permanenti per l’anno scolastico 2015/2016 per i profili professionali del personale ATA dell’area A e B.

Il Ministero emanerà in settimana la nota (e i modelli di domanda) con le indicazioni agli USR, che dovranno fissare i termini per la presentazione delle domande. Le graduatorie saranno pubblicate a livello provinciale e saranno utilizzate per le assunzioni e le supplenze del 2016/2017.

Sono confermati i requisiti di ammissione per alcune categorie di cittadini stranieri (familiari dei cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro, e ai cittadini dei Paesi terzi, titolari del permesso di soggiorno UE di lungo periodo, o dello status di rifugiato) e il riconoscimento e valutazione del servizio civile volontario, introdotti lo scorso anno.

Le domande saranno ancora una volta cartacee, dal momento che non c’erano i tempi per cambiare l’ordinanza e predisporre tutta la procedura su istanze online, attraverso le quali rimarrà l’inserimento della scelta per le sedi scolastiche (modello G), che sarà reso disponibile successivamente.

I sindacati hanno chiesto al MIUR di uniformare i termini per la pubblicazione delle graduatorie, in modo da evitare discrasie nella loro divulgazione.

Abbiamo, inoltre, sollecitato il Ministero all’emanazione di una nota di chiarimento aggiornata (già diffusa in passato) per garantire l’uniformità nella valutazione dei servizi e dei titoli.