La protesta del personale ATA davanti al Ministero dell’Istruzione

Protesta “colorata” davanti al MIUR, con i manifestanti che hanno dato vita a un flash-mob facendosi “incartare e scartare” sulla scalinata del ministero per evidenziare le diverse criticità con cui devono fare i conti quest’anno, tra organici ridotti e divieti di sostituzione.

E’ un disagio che non investe solo il personale, per l’aggravio dei carichi di lavoro che si vede costretto a sopportare: è l’organizzazione della scuola a risentirne, da qui lo slogan che caratterizza il flash-mob, “Scuola senz’ATA, scuola incartata“.
Nel corso della mattinata una delegazione di manifestanti è stata ricevuta, insieme ai dirigenti delle cinque organizzazioni sindacali promotrici del sit in, dal vice capo di gabinetto Rocco Pinneri, al quale sono state rappresentate le ragioni e gli obiettivi di una vertenza che vede il personale ATA mobilitato sulle sue specifiche problematiche all’interno di un’azione più generale di tutto il comparto scuola, che chiede il rinnovo del contratto di lavoro e modifiche legislative per le norme che rischiano di rendere ingestibile l’attività dei servizi amministrativi, tecnici e ausiliari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...